2009-09-11

Scenari Immobiliari

Forum di Previsioni e Strategie 2010 - XVII edizione

Giunto ormai alla sua diciassettesima edizione, il Forum di previsioni e strategie organizzato da Scenari Immobiliari si è svolto lo scorso 11 e 12 settembre nella splendida cornice di Santa Margherita Ligure. Una kermesse prestigiosa che ha visto tra i protagonisti l’Arch. Massimo Roj, Amministratore Delegato di Progetto CMR, intervenuto sul tema dell’innovazione del prodotto architettonico per una nuova domanda di qualità. La qualità dell’architettura non può e non deve essere soltanto l’esito di meccanismi costruttivi o immagini mediatiche, secondo l’Arch. Roj, ma un processo che ponga al centro il fruitore finale del progetto architettonico, ovvero l’uomo. In linea con una visione neo-umanistica, che contrassegna da sempre il lavoro dell’Arch. Roj, qualità significa riconoscere e rispettare le esigenze di tutti gli attori coinvolti in un’opera architettonica: cliente finale, proprietario, progettista, developer, costruttore, gestore, investitore. E qualità significa anche tutela dell’ambiente per garantire la sostenibilità attraverso nuove forme e approcci energetici-progettuali, valorizzazione delle tradizione e del patrimonio locale, impiego di nuovi materiali e di tecnologie innovative. Rispettando queste linee guida si introduce un nuovo modo di progettare e soprattutto “new ways of thinking”. La sfida che Progetto CMR si pone è molto ambiziosa: riuscire a progettare una città globale, all’interno della quale venga valorizzata la qualità della vita di ciascuno, onde evitare di perdere l’identità dei luoghi da abitare e da vivere, e dove attraverso piazze e spazi verdi vengano recuperate le relazioni interpersonali, che sembrano ormai dissolversi lentamente. Per far sì che tutto questo diventi realizzabile è necessario l’intervento delle istituzioni, che avranno il delicato compito di snellire le procedure burocratiche e di istruire gli addetti ai lavori ad una mentalità “verde”.