2009-03-13

Le Nuove Architetture: dai Sogni ai Segni.

Le Nuove Architetture: dai Sogni ai Segni.

Progetto CMR, insieme a Urban Land Institute e Borsa Immobiliare, organizza il 31 marzo una conferenza internazionale a inviti per approfondire le sfide urbanistiche con cui dovranno confrontarsi le città, a partire da Milano.

Milano, 31 marzo 2009 - A un anno esatto dall’assegnazione a Milano dell’EXPO Universale, Progetto CMR organizza per tutta la giornata di martedì 31 marzo 2009 a Palazzo Mezzanotte (ore 9, piazza Affari 6) una conferenza internazionale a inviti dal titolo “Le nuove architetture: dai sogni ai segni”, per approfondire le sfide urbanistiche con cui si confronterà la città e riunire i principali soggetti pubblici e privati chiamati a intervenire nelle strategie di sviluppo urbano, e soprattutto a investire in una migliore qualità della vita. Oggi più che mai, infatti, si avverte l’esigenza di progettare modelli del costruire sostenibili, ricchi di nuove invenzioni sociali, capaci di liberare emozioni e creatività, di influire sulle identità urbane, sulle fonti energetiche, sugli spazi, sui trasporti pubblici e sul tessuto sociale delle periferie.

“Le nuove architetture e le città del futuro devono saper offrire emozioni e Milano è cosciente che occorre accettare queste sfide per modificare l’ambiente fisico e rafforzare l’intelligenza dei luoghi” afferma l’architetto Massimo Roj, amministratore delegato di Progetto CMR, che ha realizzato l'evento insieme a Urban Land Institute e Borsa Immobiliare. In particolare, l’obiettivo di Progetto CMR, forte del suo know how in materia urbanistica, è quello di stimolare un dibattito sul rapporto tra creatività e tecnologie, sulla necessità di nuovi impegni culturali e sul ruolo delle “archistar” che progettano spesso architetture iconiche e avulse dal contesto urbano.

Molti i nomi di spicco tra i relatori e i partecipanti alle due tavole rotonde del mattino e del pomeriggio:Christian Seelos, Director for Strategy and Sustainability, IESE Business School, Barcellona; Alejandro Gutierrez, Associate Director Arup, Londra; Aldo Mazzocco, Beni Stabili; Gualtiero Tamburini, Nomisma; Greg Clark, Urban Land Institute; Carlo Masseroli, Assessore comunale allo Sviluppo del Territorio; Michael S. Gazzaniga, fondatore del Cognitive Neuro Sciences Institute, California University, e autore del volume “The Ethical Brain”; Franco La Cecla, antropologo e autore del volume “Contro l’Architettura”; Philippe Daverio; storico dell’arte; gli architetti Mario Bellini, Stefano Boeri e Larry Malcic, HOK, Londra; Davide Boni Assessore all’Urbanistica Regione Lombardia.